L’amore è questione di fortuna. (Dedicata a tutti quelli che fortunati non nacquero)

amore-perduto-tristezza-poesieAlla soglia (a dir la verità, ancora piuttosto lontana) dei 33 anni, e qualche storia importante alle spalle, sono giunta ad una conclusione: l’amore è questione di fortuna. Dite che mi sbagli!? E allora guardatevi intorno, oppure pensate alle vostre amiche, o ai vostri amici: ci sono quelli che al primo incontro è stato subito amore, quelli che, dopo qualche storia andata in fumo, hanno finalmente trovato l’Amore, e quelli che invece, niente, non se li pia nessuno (o non trovano nessuno alla loro altezza, che è più bello!).
E non è questione di bellezza, intelligenza, soldi o simpatia. Molti di quelli che conosco io, felici e innamorati, magari so’ pure bruttini…! Non credo centri nulla neanche la tipologia di uomini incontrati. A parte quelle che scelgono soltanto uomini sposati – che coi tempi che corrono non affronterebbero un divorzio manco fosse gratis, perchè comunque l’affitto di una nuova casa te tocca pagallo – o criminali, per quanto mi riguarda ho sempre scelto uomini (all’apparenza) normali. Anzi, vi dirò di più, erano talmente tanto normali che la stragrande maggioranza di loro – dal cinemino a 14 anni in su – importanti o non (e voglio calcolare persino quelli visti il tempo di un bacio a stampo), allo stato attuale hanno almeno un pargolo e/o una fede all’anulare. Dice: e allora il problema sei tu. Può darsi, ma non credo sia manco questo.

Perchè, ve lo assicuro, io le ho provate tutte. Ho fatto la donna forte e quella zerbino, sono stata comprensiva, ma anche no. Ho dato il pilotto, ma ho anche vissuto e lasciato vivere. Ho urlato, picchiato (sì, anche! A graffi.) – e no, a picchiare non mi son mai fatta picchiare (o semplicemente non ho mai scelto uomini che potessero arrivare a tal punto!) – ho lasciato e sono stata lasciata. Ho fatto la donna in carriera e la casalinga. Ho provato tutto e il contrario di tutto anche con la stessa persona (così, giusto per disorientarlo un po’…! :-)). Ho lasciato andar via uomini al primo accenno di “Voglio star s…”, mentre ad altri sono rimasta aggrappata alle…gambe per mesi, ho pianto e fatto piangere, ma non è cambiato nulla. Alla somma dei fatti sono sempre qui, a parlare da sola come una matta! 🙂

Piuttosto credo che la stabilità in amore sia scritta nel nostro Dna. Come il colore degli occhi, la forma del viso, o la propensione alla bontà o all’intolleranza (la mia!). Un colpo di fortuna che non si spiega, semplicemente perchè una ragione non c’è. E quindi, va da sè che l’amore non è manco un merito (o un demerito…ok, vabbè, forse in alcuni particolari casi, un demerito lo è, ). Perchè una laurea è un merito, un buon lavoro è un merito, un figlio ben educato è un merito. Ma l’amore no, l’amore è una botta de c…hapet e basta!

Amore che, sia chiaro, non vuol dire necessariamente “felicità”. Ci sono persone in coppia che, anzichè sentirsi realizzate, hanno semplicemente smesso di cercare, o di lottare, persone che forse avrebbero voluto di più, ma che alla fine “non è poi tanto male” quello che hanno. Persone che, sotto qualunque luce le si guardi, comunque il destino  – o il Dna di cui sopra – non ha voluto sole lungo la strada della loro vita, costrette ad avvitare il sifone della lavatrice da sole, o a pitturarsi le pareti di casa…
Ma io per questo, grazie a dio, ho ancora il mio papà! 🙂

Per il resto, aspetto.

Annunci

Un pensiero su “L’amore è questione di fortuna. (Dedicata a tutti quelli che fortunati non nacquero)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...