I miei “NON TOLLERO”…

Si comunica che la pagina non é ancora completa, e verrà aggiornata a ogni nuova intolleranza che sopraggiungerà a far saltare i miei nervi.

  • Non tollero chi fischia.
  • Non tollero i rumori inutili
  • Non tollero le voci stridule
  • Non tollero chi parla strillando
  • Non tollero chi, parlando, mi tocca.
  • Non tollero chi mi tocca il viso senza preavviso, a meno che non siano carezze.
  • Non tollero chi legge un sms e non risponde.
  • Non tollero il  telefono che suona a vuoto.
  • Non  tollero il telefono che suona occupato.
  • Non tollero chi mi fa troppe domande. Ne tollero due di seguito, alla terza sclero.
  • Non tollero le domande inutili e stupide, poste soltanto per attaccare bottone.
  • Non tollero chi mi rivolge la parola appena sveglia.
  • Non tollero chi, in macchina, superandomi, “fa il pelo” alla mia auto.
  • Non tollero chi, parlando al telefono, urla, fregandosene di chi gli sta intorno.
  • Non tollero chi, non conoscendomi, mi dá del “tu”.
  • Non tollero chi fa “tic tac” con le penne a scatto.
  • Non tollero i logorroici.
  • Non tollero chi, dormendo, mi respira sulla spalla.
  • Non tollero le persone lente.
  • Non tollero la stessa parola ripetuta più volte con lo stesso mono-tono (“Maria vieni qui, Maria vieni qui, Maria vieni qui, Maria vieni qui!).
  • Non tollero chi bestemmia.
  • Non tollero la parola “cazzo” pronunciata da una donna in luogo di “nulla”.
  • Non tollero chi sbaglia i congiuntivi.
  • Non tollero l’acqua del mare sul viso.
  • Non tollero chi russa.
  • Non tollero chi, dormendo, respira rumorosamente.
  • Non tollero l’alito di chi mi parla e ha appena finito di fumarsi una sigaretta.
  • Non tollero talune cadenze dialettali.
  • Non tollero gli intercalari “diciamo”, “cioé”, e “eeeehmmmmmm….eeehhhmmmmm”.
  • Non tollero i bambini che urlano.
  • Non tollero i genitori dei bambini che urlano. Spesso, oltre che sordi, sono pure muti.
  • Non tollero gli invadenti.
  • Non tollero i peracottari, i burini rifatti, e gli zori arricchiti.
  • Non tollero le persone sciatte e con pocogusto.
  • Non tollero i taccagni.
  • Non tollero i sub che ti costringono a guardare per ore l’espressione di sgomento del pesce palla colto in atteggiamenti d’amore con un pesce martello, a metá tra l’oceano Pacifico e quello Atlantico.
  • Non tollero il peperoncino, i cibi piccanti e chi tenta di convincermi che no, quegli spaghetti, non sono poi tanto piccanti.
  • Non tollero le donne sgraziate.
  • Non tollero le capezze al collo.
  • Non tollero la tosse, mia e degli altri, e il naso chiuso.
  • Non tollero i venditori ambulanti sulla spiaggia, in particolare i venditori di cocco.
  • Non tollero il  venditore di “cocco bello”, partenopeo, che gironzola per il Villaggio dei Pescatori, a Fregene, sul litorale romano.
  • Non tollero gli stranieri che parlano male dell’Italia.
  • Non tollero l’esenzione del ticket sanitario.
  • Non tollero chi mi chiede ” ma quando vai a vivere da sola?”, comodamente riparato sotto il tetto di casa che gli ha comprato papà.
  • Non tollero chi, camminando, struscia i piedi. Lo odio se lo fa quando indossa le ciabatte.
  • Non tollero che la pagina web si aggiorni nel momento esatto in cui la sto leggendo.
  • Non tollero chi morde la forchetta mentre mangia.
  • Non tollero lo stridio delle posate sul piatto.
  • Non tollero lo stridio del gesso sulla lavagna.
  • Non tollero…
Annunci

9 pensieri su “I miei “NON TOLLERO”…

  1. A parte quella al lattosio, tutte le attuali intolleranze esistenti nell’universo, a quanto pare, le possiedi senza riserve. Chissà, per possedere così tante intolleranze forse sarai posseduta. E ci vorrebbe l’esorcista. Egli tenendo nella mano sinistra un crocifisso, l’aglio, una cartucciera di pallottole d’argento e, se originario di Tropea, pure un peperoncino e una bella nduja da 1 chilogrammo, pazientemente te le estrarrebbe a mo’ di Mago Silvan, coniglio e cilindro. Nominandole una ad una, con la sua mano destra, bagnata dal sudore della sua fronte, poggiata sulla tua fronte, bagnata esclusivamente dal sudore della sua fronte (sicuramente non tolleri quando ti suda la fronte), ti urlerebbe:

    intolleranza ai fischi… “esci da questo cooorpoooo!!!”
    intolleranza alle voci stridule… “esci da questo cooorpoooo!!!”
    intolleranza ai rumori inutili… “esci da questo cooorpoooo!!!”
    ecc. ecc.
    Nel 2098 avrebbe compiuto l’opera… probabilmente in concomitanza col termine dei lavori della mia amata Salerno – Reggio Calabria.

    Lasciamo perdere ora il Paranormale… che non è il lavoro dell’esorcista ma un reale concludersi dei lavori della mia amata Salerno – Reggio Calabria per il 2098…, occorre spendere due paroline da un punto di vista prettamente scientifico. Gentile Fabiana, per digitare quel nutrito elenco di intolleranze sul PC sappi che l’hai tenuto troppo acceso, consumando più kilowatt ore dell’energia elettrica prodotta dalla centrale nucleare di Fukushima dalla sua inaugurazione, fine anni settanta, al marzo 2011, anno del famoso BOOOOM! 🙂

    Le tue troppe intolleranze, a conti fatti, si rivelano quindi poco ecosostenibili. Esse sono causa dell’aumento di circa 86.000 tonnellate di CO2 nell’universo. Facevi prima a scrivere, casomai fossero esistite, quelle due… tre… cose alle quali, forse, sei tollerante, risparmiando 1 Megawatt di energia elettrica spesa a tenere acceso quel povero PC!:-) Chissà quante volte avrebbe voluto attivare gli altoparlanti delle casse autonomamente e invece del solito Gigi D’Alessio farti ascoltare: “e mo’ c’hai rotto co sti’ NON TOLLERO, sono io che NON TOLLERO più ste’ dita che m’hanno consumato a tastiera! Non hai visto niente nei giorni passati? Se il mio cassetto si apre da solo e al posto del DVD esce na bandiera bianca… perfettamente funzionante e sventolante… non è perchè ha vinto a Roma!:-)

    Ti confesso di essere spesso ancora più intollerante più di te, in compenso sono molto “green”, ho un animo fotovoltaico, un cervello riciclabile. Evito quindi di raggiungere il consumo dei tuoi kilowatt, spendo al massimo qualche elettrone di energia, appena necessario per poter scrivere col mio computer, semplicemente: non tollero niente di questo mondo 🙂
    Tranne una cosa: questa pagina in cui sono felicemente incappato! Sarà forse INTOLLERANTE.Q.B. (quanto basta) ma insieme al resto delle pagine costituisce il blog PIU’ BELLO, DIVERTENTE, ORIGINALE che fino ad oggi mi sia mai capitato di gustare! 🙂
    Lucrezia ha un nome che non mi piace molto (l’ho detto… sono intollerante!:-) ma ha uno stile cosi’ “disarmante” che me la sposerei pure domani mattina… o meglio dopodomani che è domenica. Sempre di mattina… è meglio… perchè di pomeriggio ci sta la partita di calcio in TV 🙂

    In virtu’ del suo “Non tollero chi, parlando, mi tocca”, prometto solennemente di toccarla in assoluto silenzio! Mi staro’ zitto zitto zitto per tutte le 14 ore. Ed essendo io un po’ all’antica, sempre e solo dopo le nozze…

    In virtu’ del suo “Non tollero chi mi tocca il viso senza preavviso, a meno che non siano carezze”
    prometto di riempirla di soavi carezze sul viso in quantità industriali, ma prima di passare alle coccole nel mento l’avviserò, con largo anticipo, tramite FAX, email oppure whatsapp. Quest’ultimo mezzo unicamente se per il matrimonio avremo in dono almeno uno smartphone android… altrimenti ricorrerò ai piccioni viaggiatori se necessario pur di non generare traumi facciali sparsi…:-)

    In virtu’ del suo “Non tollero chi legge un sms e non risponde” prometto che lo faro’… ma eventualmente ogni fine del mese che di sicuro mi rinnovano i minuti e gli SMS 🙂 Ad ogni modo Lucrezia, se ci fa caso, all’occorrenza, ha pure il numero dove mandarmi un SMS per verificare:-)

    Potrei continuare all’infinito nel fare promesse per ogni “non tollero” di Lucrezia tuttavia devo coscienziosamente fermarmi qui: altrimenti anche io immetterei nell’atmosfera 86.000 tonnellate di CO2 nell’universo e questo assolutamente NON LO TOLLERO!!!:-)

    Mi piace

    • Diamine quante parole! Un numero quasi intollerante!!! 😊😊😊 se non fosse per tutti quei commenti positivi…!!!
      Grazie comunque, ora mi godo il mio brodo di giuggiole!!!! 😜😜😜

      Mi piace

  2. Leggo l’ora in cui hai gentilmente risposto al mio numero quasi intollerante di parole… 🙂 e mentre tu godevi del tuo brodo di giuggiole, io avrei voluto godere per cena dei miei gamberetti soffritti. Maria De Filippi pero’ non me l’ha concessa sta grazia… Andava in onda in TV “C’è posta per te”, la mia TV è residente in cucina… e per ogni gamberetto che faticosamente riuscivo ad ingurgitare… 18 sono state le lacrime a partecipante versate ogni 5 secondi di trasmissione. Per salire alla media ISTAT di 360 lacrimoni quando “non gli hanno aperto la busta” ed a piangere, oltre i protagonisti, ci si è messo non solo il pubblico dello studio di Canale 5 ma anche i miei poveri gamberi, da un altro canale privato… Molto privato: per il dispiacere mi sono rimasti incastrati in corrispondenza dell’esofago ed imboccatura dell’epitelio stomacale dismorfico! 🙂 (non ho in realtà idea di cosa stia scrivendo ma so che questo epitelio stomacale dismorfico fa la sua scena! :-). Insomma, i miei gamberetti non avevano nessuna voglia di andare avanti …e, strano, contrariamente alla loro natura, nemmeno di tonare indietro. Anche in questo post vengono fuori intolleranze… Alimentari e un “non tollero” un certo tipo di “posta”! 🙂 Comunque, tutti i miei commenti positivi meriterebbero uno SPONTANEO invito a cena al prossimo “brodo di giuggiole party” da parte di qualcuno… Ogni riferimento a nomi, persone, cose, animali (in particolare i pesci), città, frutta (soprattutto Ziziphus jujuba, ovvero le giuggiole per gli addetti ai lavori agricoli…, in campagna ne ho 5 alberi! 🙂 ) NON é puramente casuale… per cui cara Lucrezia Fabiana, quando mi inviti??! 🙂 A già, il brodo dipende pure da me… per cui mi non mi stancherò mai di dire che il tuo blog è STUPENDO, UNICO, DOTATO DI VITA PROPRIA, TOCCASANA PER LA VITA DEGLI ALTRI, FANTASMAGORICO, COINVOLGENTE, PUNGENTE, INTELLIGENTEMENTE INTOLLERANTE, RAGGIANTE e, soprattutto, PER NULLA RUFFIANANTE… Al contrario di “certi” post!:-)

    Mi piace

      • Non è necessaria una cena piena zeppa di parole, piuttosto, visto che SPONTANEAMENTE offriresti tu, andrà bene una cena zeppa e basta :-). In ogni caso sono magretto è consumo meno della motoretta APE 50 Piaggio modificata da mio zio Salvatore a 65 km/h. Ha trasformato la mia campagna nella pista di formula uno di Maranello. E poi mica te l’ha ordinato il medico di dover parlar tanto a cena, per una volta potresti anche stare un po’ ad ascoltare il prossimo! 🙂 “AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO” ti racconta il vecchio comandamento di Mose’ e Gesu’. Quindi, cara figliuola, AMA anche ASCOLTARE la parola altrui… Specialmente quando il prossimo è costituito da un Q.B. gioviale e simpatico “compagno di merenda… al brodo di giuggiole!” 🙂

        PS: per il significato dell’acronimo Q..B. ……. L.P.P.: leggere post precedenti! 🙂

        PPS: a pensarci bene Lucrezia è un nome che di primo acchito mi fa venire in mente il sapore antico di una meravigliosa cioccolata fondente. Fusa nell’arsenico puro. Ti spiace se a cena ti invito io e preparo il tutto con le mie sapienti e genuine manine di contadino incallito?? 🙂

        PPPS: intanto che Lucrezia fa la preziosa con le sue giuggiole, per piacere, di a Fabiana se alla prima occasione almeno un misero caffè me lo offrirà!

        PPPPS: buonasera, sono la prima occasione: quando?! 🙂

        PPPPPS: per quanto sono presente in questa tua pagina, per la Legge Italiana (art. 1168 3 1159 – usucapione dei beni mobili), è giuridicamente quasi diventata mia. La mia anima notoriamente buona però mi suggerisce di rassicurarti: tira un sospiro di sollievo…. in questa pagina del tuo bellissimissimo blog non ti “disturberò” più. Lo prometto solennemente: se mi chiami o mi mandi un SMS… lo farò col cellulare! 🙂

        PPPPPPS: in tal caso, nel Codice Civile, agli articoli citati dedicati all’Usucapione, è probabile si affiancherà il primo caso al mondo di… art. 1160: AUTOSTALKING! -:) Commi 1,2,3,4 e 5: le varianti sulla persona fisica o giuridica, perfettamente capace di intendere e di volere nell’azione di perseguire un atto deliberatamente autolesionistico ma in tal caso non punibile dalla Legge! 🙂

        PPPPPPPS: lo farò ma non troppo. Da quando i bambini e gli adulti hanno deciso di trasformare 3/4 della propria vita dal reale al virtuale, con la testa sempre china sui tasti, somigliando più a degli automi che a degli esseri umani, il cellulare NON LO TOLLERO! 🙂

        PPPPPPPPS: sta conversazione (in realtà un monologo 🙂 modestamente mi piace. Amando l’efficienza e odiando gli sprechi di qualunque genere credo in qualche modo la riciclero’ sul mio sito non appena trovero’ un attimo di tempo per aggiornarlo… E’ appena dal 2004 che non lo faccio e ogni tanto un restyling ci vuole! 🙂

        PPPPPPPPPS: per quanto mi piaccia questo è il mio ultimo rigo in questa sede, altrimenti passo 3/4 della mia vita qui… Lo so.. tu per la gioia sei già salita in terrazzo ad accendere i fuochi pirotecnici (controlla che se c’è scritto MADE IN CHINA devi leggere da qualche parte anche CE… Certificazione Europea… altrimenti il botto lo sento pure io dalla Calabria e affacciandomi dalla finestra di casa mia quello che per molti sarà un UFO GIGANTE. con più buchi del formaggio svizzero GRUVIERA, per me sara’ con certezza il COLOSSEO!! 🙂 A me invece, se non opterai per l’AUTOSTALINKG, verranno i lacrimoni di Maria De Filippi già citati L.P.P. 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...