Mamme mimetizzate tra i maturandi. Da noi è solo questione di età (e di tempo), ma i cloni non mancano.

compitiA Parigi una mamma si spaccia per la figlia 19enne agli esami di maturità, ma viene scoperta e arrestata per truffa. Cui prodest? A nessuno, ovviamente, visto peraltro che, oltre alla figura di cioccolata a livello mondiale, la figlia ora rischia pure di essere bandita dalla maturità per i prossimi cinque anni.  E allora, chiediamoci, ma è amore questo? No, santiddibenedetto. Questa è stupidità, pochezza mentale, ristrettezza concettuale. E qualcosa del tutto contrario all’amore. Perchè una madre guida il figlio, non percorre la strada al posto suo. Non a vent’anni, almeno. 

Ma non crediate che quello francese sia un caso limite, o così distante dalla nostra realtà. Io che, sarà anche per il mio lavoro, ogni giorno entro in contatto con decine di persone, molte madri e altrettanti figli, di situazioni simili ne vedo parecchie. Vedo genitori fare giri burocratici per uffici pubblici, asl e università per conto dei figli, vedo madri cercare lavoro al loro posto, le vedo fare domande e compilare moduli come se i figli fossero disabili. E non si tratta di favori, ma di sostituzioni in piena regola. Certo, finora qui non si sono mai sentite mamme che si siano presentate alla maturità al posto dei loro pargoli, ma è soltanto una questione di tempo, e d’età: in Italia i figli si fanno più tardi rispetto al resto d’Europa, sarebbe dunque abbastanza difficile riuscire a spacciare una cinquantenne/cinquantacinquenne per una ventenne. Quante se ne sentono però che fanno i compiti al posto dei figli?!
“E’ che è lento”, o “è stanco”, “è pigro”, sono le giustificazioni più sentite. E allora credete forse che un figlio lento o pigro si svegli vendendo la mamma che fa i compiti per suo conto?! Credete forse di aiutarlo?! E quando un giorno si troverà da solo in classe, costretto a inventare pensierini, temi, costretto a risolvere un problema alla lavagna?! Farà la figura del deficiente, ecco cosa farà. Io me li ricordo i miei compagni: venivano a scuola con dei compiti spettacolari, poi, messi alla prova dalla maestra, facevano scena muta. Perchè spesso un bimbo-guidato è anche poco furbo, sappiatelo!
Piuttosto, mie care studentesseperforza, ditela tutta: star dietro a un bimbo svogliato, lento, e duro de comprendonio, quando potreste invece starvene in giro a fare shopping, sdraiate in terrazza o in palestra, l’è dura. Molto dura. Senza contare poi il fatto che avete pure una casa da mandare avanti, un marito, e un lavoro, spesso. E allora tanto vale ingannare quella cretina della maestra e farle i compiti come dice lei, così è contenta. Del resto, ma quando vuoi che se ne accorga?! E certo. Cretine voi, e stupidi e svogliati i vostri figli. Oggi, come domani.
Altra lamentela che sono costretta a sorbirmi: “Ma quanti compiti gli danno a ‘sti poveri ragazzini? “. A belle de casa, e senza studiare non è mai nato istruito nessuno, eh!!! Piuttosto, se voi glieli lasciaste fare da soli, i compiti sarebbero soltanto i loro, e non anche i vostri!
E poi spiegatemi una cosuccia: ma quando venti, trenta anni fa, eravate voi ad andare a scuola, i compiti chi ve li faceva, mammina cara??! Non credo. Non credo perchè una volta queste cose succedevano di rado, con più tatto. Una volta non bisognava essere bravi per forza. E se volevi studiare bene, altrimenti erano affari tuoi, la figuraccia era tutta e soltanto tua. E forse era meglio così.
“Ma sono piccoli e devono giocare. Poi quando andrà alle superiori imparerà”, mi rispondono alcune. E vi sbagliate. Perchè il buongiorno si vede dal mattino, e se vostro figlio non ha imparato a studiare da solo fin da subito, perchè dovrebbe iniziare a  farlo a quattordici anni quando sul diario non avrà più scritto soltanto: “Leggere da pag.5 a pag.7 del sussidiario”, ma nello stesso pomeriggio si troverà costretto a fare pure una versione di greco, una di latino, un commento di italiano, inglese e matematica…?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...