L’insostenibile inutilità delle fiaccolate…!

fiaccolataVorrei dirvelo senza apparire cattivainsensibileesuperficiale. Vorrei dirvelo senza che pensiate che sia una stronzettasenzapossibilitàdirecupero…Vorrei dirvelo…vabbè ve lo dico, tanto ormai lo sapete come la penso e come sono. :-)Allora, avete presente quelle fiaccolate che si organizzano nei paesi quando una persona scompare o muore ammazzata, per sbaglio, per caso, per dolo, creando scompiglio e/o mistero in tutta la comunità?!

Ecco, io le trovo così tremendamente inutili…! Una cretinata pazzesca. Una cazzata bella e buona, fatemelo dire.

Perchè io capisco la solidarietà, quel senso di vicinanza e condivisione del dramma. Capisco pure che sia l’unico modo per “poter fare qualcosa”, ma ragionateci: a che servono?! Oggettivamente, dico. Chi le organizza crede davvero che dieci, venti, cento persone a spasso per la via principale con un candelotto in mano possano effettivamente colpire al cuore di un balordo (che in quanto tale, forse, un cuore manco ce l’ha) e convincerlo a riconsegnare l’ostaggio, a costituirsi, a riprendere la retta via?! Abbiamo dati tangibili e consultabili che ci elencano i casi risolti grazie a una fiaccolata??!

Dai su, facciamo i seri. E proviamo per un attimo a metterci nei panni del cattivo (panni, che, a me, calzano davvero, davvero bene!). Se io ho ucciso, rapito o comunque commesso un reato grave – per il quale probabilmente non sono pentita manco un cincillino, altrimenti  mi sarei costituita di mia sponte – potrei forse lasciarmi intenerire da un branco di concittadini che camminano lenti e lacrimosi sotto le mie finestre?! No, ovvio che no! Anzi, forse coglierei l’occasione pure per mischiarmi tra la folla e far cadere i sospetti che incombono su di me. Fregando così, in una botta sola, inquirenti, parenti della vittima e paesani.

Ergo: ‘ste fiaccolate sono inutili pure per individuare il carnefice!!

Non solo, ma mettiamoci anche nei panni dei familiari della vittima. Il paese si riunisce e fa di tutto per condividere il mio dramma. Bello, bellissimo… peccato che anche in questo caso sia una caxxata, visto che poi – una volta spenti i candelotti – il dramma e la sofferenza restano  mie.

Tutte, terribilmente, mie.

Piuttosto, se proprio volete essere utili – anzichè costruire muri invalicabili di omertà – parlate, raccontate quel che sapete e aiutate gli inquirenti a raccogliere elementi utili alle indagini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...